03 May 2006

Campionato Italiano Rally Dopo il successo nel Rally 1000 Miglia due Fiat Grande Punto alla Targa Florio del Centenario

Nella stagione 2006 del Campionato Italiano si susseguono due degli appuntamenti più ricchi di tradizione. Dopo il Rally 1000 Miglia, disputato a Brescia dal 20 al 22 aprile, questo fine settimana si corre la Targa Florio nella sua edizione del centenario, alla quale prendono parte due Fiat Grande Punto affidate a Paolo Andreucci, con Anna Andreussi, e Andrea Navarra, con Guido D’Amore. Nel 1906 il nobiluomo palermitano Vincenzo Florio organizzò sull’isola la prima “Targa”, in uno scenario pittoresco nel quale le prime automobili rappresentavano la grande novità tecnologica di inizio secolo. Anche in quel periodo la Fiat partecipava con successo alle gare, tanto che, nel 1907, ottenne una bella doppietta con la 28-40 HP con Felice Nazzaro 1° e Vincenzo Lancia 2°. Si corse sul “Grande Circuito”, su una distanza complessiva di ben 446,469 km. Un vero proprio rally, date anche le condizioni delle strade e la lunghezza della corsa. Il circuito “classico” di 72 km fu teatro delle appassionanti sfide del secondo dopoguerra tra Ferrari, Alfa Romeo, Lancia, Mercedes, Porsche. Poi, nel 1977, l’ultima edizione della gara di velocità, che l’anno successivo fu trasformata in un rally, valido per il titolo tricolore, che ha così proseguito l’albo d’oro di questa competizione conosciuta in tutto il mondo. Del Rally Targa Florio la Fiat ha vinto quattro edizioni: nel 1979 e nel 1980 con la Fiat 131 Abarth, rispettivamente condotta da Adartico Vudafieri e Giorgio Pasetti, e in tempi più recenti con la Fiat Punto Abarth, che ha permesso a Paolo Andreucci e Anna Andreussi di vincere nel 2003 e nel 2004.

Quest’anno lo stesso Andreucci si presenta in Sicilia con la nuova “arma” Fiat per i rallies: la Grande Punto, che gli ha permesso di vincere due delle tre gare di campionato italiano finora disputate e di guidare le classifiche sia della serie tricolore sia di quella continentale.

Una situazione che piace particolarmente al pilota ufficiale Fiat, che in Sicilia ha numerosi tifosi e una grande fama, che gli vale anche la cittadinanza onoraria nei comuni di Scillato (in provincia di Palermo) e di Santa Teresa di Riva (in provincia di Messina). Un onore tributato solo ad altri pochissimi campioni del volante.

“La Grande Punto – spiega Andreucci – ha dimostrato di essere molto competitiva, tanto da permettermi di vincere già nella gara d’esordio, il Rally Il Ciocco e di ripetermi poi nell’altra grande classica da nome blasonato del Campionato Italiano, la 1000 Miglia. Fa sempre una certa impressione leggere il proprio nome in albi d’oro che comprendono leggende dell’automobilismo come Nazzaro, Nuvolari, Varzi, Taruffi, Von Trips, Elford, Vaccarella, Merzario, Munari e, in tempi più recenti, il mio maestro Dario Cerrato, che la Targa l’ha vinta quattro volte”.

I principali avversari Andreucci alla Targa Florio sono il suo compagno di squadra Andrea Navarra, i piloti ufficiali Subaru (capitanati da Piero Longhi e Andrea Aghini) di Mitsubishi (Renato Travaglia, Andrea Dallavilla e Sandro Sottile), di Renault (Stefano Bizzarri) e Peugeot, in gara con Luca Rossetti.

Torino, 3 Maggio 2006
 
 

Latest Videos

Advanced Search

Search...

From
To
Search

Related images


File Attachments


x

Rights of use

The texts and images and the audio and video documents made available on media.fcaemea.com are for reporting purposes on social media networks, or by journalists, influencers and media company employees as a source for their own media editorial activities.

The texts, images and the audio and video documents are not for commercial use and may not be passed on to authorized third parties.

In addition, see Terms and conditions of access http://www.media.fcaemea.com/info/terms-and-condition

    I have read and agree.