05 October 2000

La Lancia al 74° Salone Internazionale dell'Automobile di Parigi

Fulcro dello stand Lancia al Salone di Parigi è la nuova concept-car Nea, sulla quale esiste una documentazione a parte. Per vederla da vicino, il pubblico deve entrare in un teatro a forma di tronco di cono. Lancia Nea è sistemata su una pedana girevole che si muove a scatti, in sintonia con le immagini proiettate sul grande schermo di fondo.

Il filmato, infatti, è diviso in episodi e racconta filosofia, principi ispiratori e contenuti dell'auto che prefigura il futuro delle auto compatte secondo Lancia.

Seguendo le immagini proiettate, la pedana cambia posizione e Lancia Nea si "anima" visibilmente per sottolineare meglio ciò che viene descritto: le portiere si aprono, i sedili si muovono, i fari si accendono e un gioco di luci laser mette in evidenza i particolari della vettura.

Chi desidera conoscere meglio la concept-car può accedere a una delle ventiquattro postazioni con schermi a cristalli liquidi e cuffie audio che stanno intorno alla pedana. Può così vedere con calma il filmato proiettato sul grande schermo e ascoltare il commento alle immagini. In alcuni momenti della proiezione, poi, sul suo schermo personale compaiono alcune icone sulle quali è possibile cliccare per approfondire gli argomenti che interessano.

Lancia Nea si può vedere anche dall'esterno del teatro, attraverso una grande finestra ad arco ricavata nella parete di alluminio della costruzione a forma di cono. Ma solo in determinate situazioni: quando cioè un particolare dispositivo elettrico rende trasparente il vetro della finestra altrimenti opaco.

Una postazione Internet è a disposizione dei visitatori del Salone che desiderano consultare il sito Internet dedicato alla concept-car. Questi ultimi, infine, possono farsi fotografare accanto alla vettura e spedire una cartolina virtuale a parenti ed amici.

Intorno al teatro che accoglie la concept-car, ovviamente, si trovano i modelli di serie della gamma Lancia, vetture nelle quali si fondono tecnologia, comfort, eleganza, classe e prestazioni, secondo la tradizione del Marchio.

Il posto d'onore spetta alle spigliate Lancia Y, da poco rinnovate nello stile, nei motori e nei contenuti. Tre le versioni esposte: una "elefantino rosso", una "elefantino blu" e una 1.2 16v LS, queste ultime in due nuovi colori: azzurro Guadalupa e verde Antille.

Accanto alle "piccole ammiraglie", due Lancia Lybra Station Wagon (1.8 LX e 2.4 jtd) e una berlina (2.0 LX). Con immagini proiettate su schermi al plasma, simulazioni, oggetti e riproduzioni, sono illustrate nei dettagli le ricercatezze tecnologiche proposte da questo modello: dalle sospensioni a bracci longitudinali guidati (BLG) al cambio automatico autoadattativo e sequenziale Comfortronic, dal climatizzatore "dual-zone" al Sistema Integrato di Controllo (ICS) che comanda autoradio, trip computer, check dei sistemi di bordo, orologio e, quando ci sono, telefono GSM e navigatore satellitare. Un gioco interattivo, infine, permette di configurare la propria Lancia Lybra, abbinando versioni, allestimenti, colori esterni, tessuti e plancia.

L'esposizione continua con la prestigiosa Lancia k 2.4 jtd e con l'elegante monovolume Lancia Z ancora più confortevole, silenziosa, parca nei consumi e amica dell'ambiente grazie al nuovo motore 2.0 jtd 16v a iniezione diretta "Common Rail" che sostituisce il precedente 2.0 jtd 8v.

Per finire, gli articoli della Lineaccessori. In vetrina, come sempre, ci sono oggetti dal design esclusivo, studiati apposta per personalizzare Lancia Lybra e renderla ancora più rispondente ai gusti e alle necessità del cliente. Alcuni accessori, inoltre, sono montati sulla Lancia Lybra Station Wagon 2.4 jtd esposta.


* le immagini relative ai modelli si possono scaricare all'interno dell'archivio fotografico.

Latest Videos

Advanced Search

Search...

From
To
Search
x

Rights of use

The texts and images and the audio and video documents made available on media.fcaemea.com are for reporting purposes on social media networks, or by journalists, influencers and media company employees as a source for their own media editorial activities.

The texts, images and the audio and video documents are not for commercial use and may not be passed on to unauthorized third parties.

In addition, see Terms and conditions of access http://www.media.fcaemea.com/info/terms-and-condition

    I have read and agree.