26.09.2000

VEICOLI COMMERCIALI


Il cliente che sceglie un veicolo commerciale Fiat, acquista un prodotto affidabile, razionale, capace di coprire tutte le sue esigenze. Fiat dispone, infatti, della gamma di veicoli commerciali più articolata presente oggi sul mercato. Una gamma completa sia per l'offerta di prodotto (si estende dalla piccola Panda Van al Ducato Maxi), sia per la disponibilità di allestimenti e soluzioni all'interno di ogni modello (un esempio, tra tutti, è il Ducato, per il quale sono previste centinaia di versioni).

A Parigi sono esposti dieci di questi veicoli. C'è innanzitutto Fiat Doblò Cargo che debutta in anteprima mondiale (per questo modello è disponibile una nota stampa specifica). E poi c'è il Ducato con il nuovo motore 2.8 JTD a iniezione diretta di tipo "Common Rail".

Sono esposti, inoltre, due Fiat Scudo e un pick-up Fiat Strada, oltre a una Fiat Punto e una Multipla Fiat trasformate con il kit di preparazione di un carrozziere francese.


FIAT DUCATO 2.8 JTD

Con il nuovo motore 2.8 JTD anche Fiat Ducato approda alla tecnologia "Common Rail", il sofisticato sistema di iniezione adottato da tutte le nuove generazioni di motori turbodiesel a iniezione diretta. Una soluzione che garantisce non solo ottime prestazioni, ma soprattutto elasticità di guida, silenziosità ed economia d'esercizio. Qualità particolarmente apprezzate da chi acquista un veicolo commerciale.

Rispetto al 2.8 i.d TD che va a sostituire, il 2.8 JTD offre 5 CV in più di potenza (93,5 kW - 127 CV a 3600 giri/min). La coppia è di 30,6 kgm - 300 Nm a 1800 giri/min, contro i 29 kgm - 285 Nm del motore precedente. Migliorano, dunque, la ripresa e la guidabilità.

Potenza e coppia massime sono raggiunte a bassi regimi: 3600 giri/min per la prima e 1800 giri/min per la seconda. La curva di potenza, inoltre, progredisce in modo graduale e quella della coppia è sorprendentemente "piatta" e prossima al massimo già a partire dai bassi giri. Caratteristiche che garantiscono comportamenti di marcia molto fluidi ed elasticità di guida a tutti i regimi, anche nei percorsi cittadini.

Con il "Common Rail", poi, Fiat Ducato migliora ancora la sua riconosciuta economia di esercizio: i consumi, infatti, si riducono di circa il 3% rispetto a quelli del 2.8 i.d. TD.

Si allunga del 50%, inoltre, l'intervallo di sostituzione dell'olio motore, che da 20.000 km passa a 30.000. Anche la cadenza del ciclo di manutenzione viene sincronizzata con quest'ultima. Chi guida Fiat Ducato 2.8 JTD, dunque, dovrà fermarsi in officina soltanto ogni 30.000 km.

Un altro importante vantaggio è il rispetto dell'ambiente. La nuova motorizzazione, infatti, anticipa abbondantemente le prossime scadenze normative in materia di emissioni. In particolare, le versioni adibite al trasporto persone adottano il catalizzatore ossidante e il sofisticato sistema di ricircolo dei gas di scarico EGR (Exhaust Gas Recirculation) raffreddato ad acqua.

Non è tutto. L'introduzione del nuovo motore ha portato con sé un rinnovamento più ampio. Più di 250 componenti di Fiat Ducato, infatti, sono stati riprogettati o modificati. Come la sospensione del motore, che è stata integralmente ridisegnata seguendo le più avanzate tecniche di simulazione e sperimentazione. A tutto vantaggio del comfort acustico: è stato possibile, infatti, abbattere le vibrazioni che sono una delle principali fonti di rumore dei veicoli.

È stato potenziato, inoltre, il pacchetto di insonorizzazione di Fiat Ducato, compreso il tappeto della cabina.

Piacevolezza di guida, affidabilità, robustezza, rispetto dell'ambiente, silenziosità: sono questi, dunque, i risultati che scaturiscono dal sodalizio tra un motore d'impostazione camionistica come il 2.8 JTD e un mezzo come il Ducato che si può definire il veicolo commerciale per eccellenza.


Caratteristiche2.8 i.d. TD
(precedente motore)
2.8 JTD
(nuovo motore)
potenza kW (CV)- giri/min 90 (122) - 3600 93,5 (127) - 3600
coppia kgm (Nm) - giri/min 29 (285) - 1800 30,6 (300) - 1800
intervallo di manutenzione 20.000 km 30.000 km
consumi  - 3% circa
comfort acustico e vibrazionale  - 2 dB(A) circa


Per rispondere anche alle esigenze più specifiche dei clienti, il motore JTD prevede, inolte, alcuni nuovi optional. Tra questi l'Heat Flange (di serie su Panorama e Combinato), cioé una "piastra" elettroriscaldata a semiconduttori applicata immediatamente a monte del collettore di aspirazione che, scaldando l'aria in fase di aspirazione, permette di abbattere notevolmente sia i tempi di preriscaldamento sia quelli di messa a regime del motore in condizioni di freddo estremo, consentendo partenze più pronte.

Con il 2.8 JTD, poi, l'alternatore maggiorato sviluppa ora 150 A e offre così la garanzia di bilanci elettrici positivi anche in presenza di utilizzi supplementari (si pensi alle trasformazioni).

È sempre disponibile, infine, il riscaldatore autonomo Webasto nella sua configurazione più ricca con timer programmabile che, qualunque sia la temperatura esterna, assicura un eccellente comfort climatico in cabina anche in climi particolarmente rigidi.

L'introduzione del nuovo propulsore ha fornito anche l'occasione per ampliare la già ricca scelta di optional dei quali dispone la gamma di Fiat Ducato.

Tra le novità, per esempio, c'è un doppio climatizzatore, diponibile su tutti i furgoni lastrati condizionati e sui vetrati 2.8 JTD. Il dispositivo consente di raffreddare sia la cabina sia il vano di carico: quindi è adatto, per esempio, ai mercati con climi caldi, a chi trasporta merci soggette a degrado in condizioni di temperatura elevata (non si tratta, però di una cella frigorifera), o ai veicoli come ambulanze e uffici mobili.

Nuovo anche l'optional "protezione vano di carico", disponibile su alcuni Ducato furgone lastrato. Si tratta di un rivestimento del pavimento del vano di carico in legno multistrato (del tipo usato per la copertura dei cassoni autocarro) e di un rivestimento delle fiancate a listelli disposti in orizzontale. Contribuisce a rendere più sicuro il trasporto delle merci fragili e a proteggere il vano di carico. Per fissare con la massima sicurezza gli oggetti trasportati, inoltre, sono sempre disponibili (di serie) i ganci di ancoraggio.


FIAT SCUDO

Realizzato per rispondere in modo articolato alle più moderne esigenze europee del trasporto merci urbano e intercity, Fiat Scudo propone una gamma ampia e diversificata.

Sette i modelli: Furgone lastrato a passo corto o lungo, Furgone vetrato a passo corto o lungo, Cabinato con pianale a passo corto o lungo e Combinato per il trasporto di persone e merci.

Cinque i motori: 2.0 16v a benzina da 100 kW-136 CV, 1.9 diesel da 51 kW-69 CV, 2.0 JTD da 69 kW-94 CV e, sulle versioni Combinato, 2.0 JTD 16v da 80 kW-109 CV. Le versioni Combinato con motore 2.0 16v benzina sono ora disponibili anche con il cambio automatico autoadattativo a quattro marce.

Gestito da una centralina specifica connessa con quella di iniezione/accensione, questo cambio è capace di scegliere, tra nove leggi differenti, quella che meglio si adatta allo stile del conducente, in funzione del profilo della strada e del carico del veicolo (funzionamento autoadattativo).È, tuttavia, possibile escludere la funzione autoadattativa e gestire i cambi di velocità manualmente tramite la funzione sequenziale, con leva tipo "joystick".Le informazioni di utilizzo sono fornite da un display inserito nel quadro strumenti.

Brillante e sicuro, Fiat Scudo garantisce un comportamento dinamico impeccabile in ogni condizione d'impiego e di carico. Il suo stile è originale ed elegante, ma al tempo stesso pratico e razionale. La sua linea moderna, compatta e priva di spigoli vivi, risolve con equilibrio il rapporto fra ingombri esterni e volumetria interna della cabina e del vano di carico.

Alla grande funzionalità questo veicolo commerciale unisce una notevole capacità di trasporto: fino a 900 chilogrammi di portata e fino a cinque metri cubi di volume utile. Le ampie dimensioni della porta laterale scorrevole e di quella posteriore a due battenti, la generosa larghezza tra i passaruote e la ridotta altezza da terra agevolano le operazioni di carico e scarico.

La cabina, spaziosa e luminosa, accuratamente insonorizzata e climatizzata, offre un'abitabilità e un comfort di guida paragonabili a quelli di una moderna berlina.


FIAT STRADA

Fiat Strada è un pick-up capace di offrire dimensioni compatte, grande portata, costi di gestione contenuti e prestazioni di tipo automobilistico.

Due i propulsori: un 1.2 MPI a benzina da 54 kW (73 CV) e un 1.7 TD da 51 kW (69 CV). Lo stile di Fiat Strada è giovane e grintoso. Il frontale è sottolineato da grandi prese d'aria nel complesso griglia-paraurti che accentuano l'aspetto compatto e aggressivo. Impressione rafforzata dalla maggiore altezza del pianale dal suolo: una caratteristica dovuta a motivi pratici (si possono affrontare senza problemi i terreni accidentati), ma che contribuisce a dare al veicolo un'immagine di forza e potenza.

L'interno, progettato secondo criteri tipicamente automobilistici, è ampio, confortevole, luminoso e curato in tutti i dettagli. Il vero punto di forza di Fiat Strada, però, è il cassone posteriore, lungo 177 centimetri, largo 135 e con un volume di 1100 litri. Il pavimento è protetto da funzionali ed eleganti liste in legno. Robusti ganci alla base delle sponde permettono di fissare con la massima sicurezza gli oggetti trasportati.

L'accesso al vano di carico è facilitato dalla ridotta altezza da terra del cassone, dalla pedana in alluminio antiscivolo e dalla ribaltina che si apre a 90° e può sopportare sino a trecento chilogrammi di peso.


LE BASI DI TRASFORMAZIONE

La gamma dei veicoli commerciali Fiat prevede anche numerose versioni (con portate, passi e caratteristiche differenti), destinate ad essere trasformate dai carrozzieri in mezzi "su misura" per il cliente.

In Europa il mercato dei veicoli allestiti (esclusi quelli trasformati per il tempo libero), è di circa 125.000 unità l'anno. Per questo motivo, a partire da gennaio '97, Fiat ha istituito un Servizio Allestitori che dialoga direttamente con i carrozzieri e con i clienti. Quest'ultimo ha il compito, da un lato, di offrire un supporto tecnico completo per la realizzazione dei mezzi (a garanzia del risultato finale) e, dall'altro, di aiutare i clienti ad espletare rapidamente le pratiche burocratiche (rilascio di nullaosta, prove tecniche dei veicoli eccetera).

Per ricordare questo proficuo rapporto di collaborazione con i carrozzieri/allestitori, quasi tutti i veicoli commerciali Fiat esposti a Parigi sono trasformati: si va dai coibentati (celle frigorifero) alle maxifurgonature, dai veicoli con cassoni particolari a quelli con portabagagli e portascale.


Latest Videos

Advanced Search

Search...

From
To
Search

Latest press


x

Rights of use

The texts and images and the audio and video documents made available on media.fcaemea.com are for reporting purposes on social media networks, or by journalists, influencers and media company employees as a source for their own media editorial activities.

The texts, images and the audio and video documents are not for commercial use and may not be passed on to authorized third parties.

In addition, see Terms and conditions of access http://www.media.fcaemea.com/info/terms-and-condition

    I have read and agree.