04.09.2001

Fiat Stilo - Le sospensioni


Uno degli obiettivi assegnati ai progettisti che dovevano sviluppare il progetto Fiat Stilo era quello di realizzare sospensioni capaci di offrire prestazioni paragonabili a quelle delle vetture di classe superiore. Dispositivi, quindi, che garantissero una grande facilità e precisione di guida, un'ottima tenuta di strada e il miglior comfort possibile ai passeggeri. Da qui la scelta di due schemi efficienti e collaudati, che in questo caso "lavorano" in modo particolarmente efficiente grazie anche alle caratteristiche del nuovo telaio.

Per l'anteriore, dunque, una soluzione a ruote indipendenti di tipo Mc Pherson, affinata con l'adozione di:

  • molle ad elica di nuova concezione;
  • bracci oscillanti con boccole anteriori e posteriori in gomma e metallo;
  • traversa di meccanica progettata per accogliere i nuovi bracci e dotata di attacchi alla scocca più rigidi davanti e più elastici dietro;
  • tasselli dei duomi sdoppiati e con attacchi alla scocca più rigidi (lo scodellino è saldato e non avvitato).

    Nella parte posteriore, invece, è montata una sospensione a ruote interconnesse (semindipendenti) con assale torcente, soluzione oggi adottata anche da vetture di classe superiore. Lo schema, già usato in passato e poi abbandonato, è tornato in auge grazie alle moderne tecnologie. Queste ultime, infatti, ai tradizionali vantaggi di uno schema semplice e razionale per peso e ingombro, consentono oggi di unire prestazioni in termini di comfort e di handling un tempo ottenibili soltanto con sospensioni molto evolute.

    All'automobilista e ai passeggeri questa soluzione offre:
  • grande comfort, grazie al minor ingresso di rumori e vibrazioni nell'abitacolo; infatti, le boccole di attacco del ponte alla scocca (anch'esse sviluppate appositamente per Fiat Stilo) sono idrauliche e la posizione degli ammortizzatori è verticale con attacco nel passaruota, anziché inclinato sotto il pavimento;
  • migliore guidabilità, ottenuta con una traversa torcente di lamiera piegata, che garantisce l'ideale rigidezza torsionale della sospensione e quindi un ottimale bilanciamento tra posteriore ed anteriore vettura ottimizzando i pesi; per aumentare la rigidezza strutturale, è stata adottata anche una barra antirollio molto leggera, perché di sezione cava;
  • maggiore stabilità di marcia, dovuta ancora alle boccole idrauliche di attacco del ponte alla scocca; in curva creano un effetto di convergenza delle ruote, che garantisce un'ottima stabilità di marcia anche in condizioni difficili; inoltre, presentano una elevata flessibilità longitudinale che garantisce il massimo filtraggio di rumore e vibrazioni durante la marcia.


  • Latest Videos

    Advanced Search

    Search...

    From
    To
    Search

    Latest press


    x

    Rights of use

    The texts and images and the audio and video documents made available on media.fcaemea.com are for reporting purposes on social media networks, or by journalists, influencers and media company employees as a source for their own media editorial activities.

    The texts, images and the audio and video documents are not for commercial use and may not be passed on to unauthorized third parties.

    In addition, see Terms and conditions of access http://www.media.fcaemea.com/info/terms-and-condition

        I have read and agree.